Guido Morselli – Genio segreto

Venerdì 24 novembre 2017: Incontro in birreria!


Per saperne di più vai alla pagina dedicata »

Venerdì 24/11/17 alle 17.30 presentazione del volume vincitore del Premio Morselli 2017 (Il sentiero delle dee velate, di F. Balli - ed. Macchione) e della X edizione del Concorso.

L'appuntamento è alla birreria Al Forte di Lugano (via al Forte 1). L'evento è organizzato con il patrocinio e la collaborazione della Fondazione Comunitaria Del Varesotto, del Comune di Varese e del Comune di Gavirate.

Venite numerosi!

Vuoi seguire l'evento o partecipare? Scopri di più su Facebook!


Al via la decima edizione del Premio Letterario Guido Morselli


È stato pubblicato il Bando per la partecipazione all'edizione 2018 del Premio letterario Guido Morselli. È possibile consultarlo qui »



Classifica finale dell'edizione 2017 del Premio Morselli - Genio Segreto


1.CLASSIFICATO Henrico Valdez Moreno il Gioco dell’oca di Alessandro Ceccoli
2. CLASSIFICATO Madre del nulla di Giovanni Dacò
3. CLASSIFICATO Bessa di Mario Giacompolli
4. CLASSIFICATO
Ex aequo
Buio ai margini della città di Alberto Ghezzi
Madonna Miricana di Maria Gabriella Licata
5. CLASSIFICATO
Ex aequo
Tre fratelli di Paolo Demaestri
L'uomo che sognava di Claudio Zanini
6. CLASSIFICATO
Le note strampalate di Pierpaolo Frailis
7. CLASSIFICATO
Il corso dei destini incrociati di Marcello Caprarella


 

LA VITA DI GUIDO MORSELLI

Guido Morselli nasce a Bologna il 15 agosto 1912 da Giovanni Morselli e Olga Vincenzi, ha già una sorella, Luisa, di un anno. I genitori di Guido avranno altri due figli: Maria, nata nel 1915 e Mario, nato nel 1922.

Nel 1914 Giovanni Morselli si trasferisce con la famiglia a Milano, nelle vicinanze dell'industria Caffaro, dove lavora.

Il padre di Guido, laureatosi in Chimica a Bologna, si era trasferito nel 1900 a Milano, entrando nella Società Carlo Erba dove era divenuto dirigente. Deputato nella seconda legislatura fascista non aderirà mai ideologicamente al regime. Dal 1935 al 1940 Giovanni Morselli fu direttore della cassa di Risparmio delle province lombarde.

In seguito, dai proprietari Visconti di Modrone, ricevette l'incarico di occuparsi anche della Caffaro, industria chimica della quale divenne direttore e consigliere delegato nel 1911, presso la quale lavorò fino al 1953.

Nel 1922, poco dopo la morte del suocero Augusto Morselli, Olga Vincenzi, ammalata di febbre spagnola, si allontana dalla famiglia, per curarsi a Gardone. Muore nel 1924 a Milano.

Continua »